Museo del gusto

Il cibo è il protagonista di questo museo, che nasce tra le mura dell’Argal di Frossasco, già Centro di Valorizzazione del Prodotto Tipico delle Montagne Olimpiche di Torino 2006, e viene rappresentato nelle sue più attraenti e seducenti evocazioni.

La storia dell’alimentazione si miscela così, armoniosamente, con la tradizione e con il futuro: si passa dai banchetti pantagruelici, alle più raffinate espressioni della Nouvelle Cuisine sino a raggiungere il cibo sintetico degli astronauti ... E poi le arti che con il loro contributo da sempre ci hanno fatto sognare: dai film come “Chocolat“ alle note del brindisi di “Traviata”.

I segreti dei cibi diventano elementi didattici per i bambini e momenti di curiosità per gli adulti.

Realizzato dall'Azienda Turistica delle montagne olimpiche - Montagnedoc con il contributo della Provincia di Torino, il Comune di Frossasco, la Comunità Montana Pinerolese Pedemontano e con l'apporto della Regione Piemonte e di sponsor privati, il Museo del Gusto è stato progettato per rappresentare nel concreto il gusto e il cibo attraverso percorsi che si snodano in numerose sezioni. 

 
Visitando il museo...

Nell'introduzione al gusto, presentata con l'apporto scientifico del Prof. Giorgio Calabrese, si trovano le risposte a quesiti come: cosa mangiamo, cosa servono le proteine, i grassi, i carboidrati, ecc.

Sono illustrate le varie diete e i numeri del cibo (fabbisogno quotidiano, calorie, informazioni nutrizionali); in una sala è presentata l'alimentazione tradizionale delle genti alpine, in contrasto con quella delle attualità contemporanee, spesso proposta o imposta dai media, pur nella grande riscoperta dei cibi locali e dei prodotti tipici.

Lungo le strade del gusto si scoprono i segreti dei liquori alpini, del cioccolato, dei dolci, del caffè, dell'acqua, dello zucchero, del pane, del vino, ecc., mentre il "gusto fatto in casa" presenta tra gli altri: il ciclo del vino, del latte e quello del pane.

Sono altresì presentati, in un contesto artistico, il gusto nel cinema, nella pittura, nei fumetti, nella pubblicità e nella musica, fino alle recenti espressioni artistiche come il food design.

Un rilievo particolare è riservato alle iniziative di valorizzazione e di tutela del prodotto tipico e delle produzioni tradizionali (Provincia di Torino, Coldiretti, Consorzi di tutea, Tipico Pinerolese, Argal, Fungo d'oro, ecc.).


Museo del Gusto
via Principe Amedeo, 42/a
Frossasco (Torino)

Per informazioni, orari e prenotazioni:
tel. +39 0121 352398 - 355158
e-mail: info@museodelgusto.it
sito web: www.museodelgusto.it
IAT Montagnedoc di Pinerolo
tel. +39 0121 795589
e-mail: argal@montagnedoc.it
sito web: www.montagnedoc.it