Il Piemonte

Terra di transito e di confine, il Piemonte si presenta come un complesso deposito di testimonianze d’arte,  che hanno la caratteristica di essere collocate in modo diffuso sul territorio e di appartenere ad epoche storiche e luoghi geografici anche molto diversi e lontani tra loro. Come in un museo a cielo aperto i primi insediamenti del Neolitico convivono  accanto alle imponenti fortezze di Exilles e Fenestrelle, le vestigia di epoca romana si alternano alle austere abbazie medievali, mentre i capolavori del Barocco fanno di Torino una delle città più eleganti e sobrie della Penisola.

Regione di passaggio tra il bacino del Mediterraneo e i paesi dell’Europa continentale, il Piemonte è sempre stato attraversato  da eserciti, pellegrini e mercanti che, nei secoli, hanno lasciato testimonianze e reperti di notevole interesse.
Sono i beni culturali che quest’area a metà tra le Alpi ed il mare ospita, oggetti  materiali e immateriali,  che ne costituiscono il patrimonio culturale.

E noi oggi possiamo ascoltare la voce non solo e non tanto dei singoli artigiani e artisti, quanto delle comunità che li hanno preceduti, le loro attese, le paure, la fede, attraverso le tante testimonianze d’arte che il loro vissuto ha ispirato e prodotto.